Web design agency Bologna Rimini Riccione
Web news
Link in entrata
Come fare ad ottenere dei link iin entrata di qualità? Ovviamente avere dei contenuti di qualità che colpiscano e invoglino a linkare il vostro sito. Nessuno vorrà linkare un articolo poco interessante e magari scritto male. Le web agency quando si occupano di realizzazione siti web devono spiegare bene questa cosa ai clienti, oltre che fornire una struttura che renda ben leggibile il testo su qualunque piattaforma. Facendo una ricerca possiamo analizzare i nostri competitor e capire se per quell'argomento ormai è stato detto tutto e se c'è ancora spazio per un approfondimento che risulti più interessante, oppure se conviene puntare su altro. Il sito dovrà posizionarsi bene per raggiungere più utenti possibili per attirare link in entrata. Inoltre occorre postare l'articolo sui social cercando di raggiungere più utenti possibili.
Remarketing
Il remarketing è una tipologia di pubblicità a nostro avviso molto invasiva, consiste nel mostrare annunci pubblicitari in base alle azioni svolte precedentemente dall'utente. Le web agency che si occupano di realizzazione siti web conoscono l'importanza di questa strategia pubblicitaria che permette di 'seguire' l'utente con il nostro marchio anche quando lascia il nostro sito. Per fare questo si utilizzano i cookie, occorre inserire all'interno delle nostre pagine una piccola porzione di codice che si occuperà di intercettare il visitatore, in seguito il fornitore del remarketing (in genere motori di ricerca e social network) quando rileveranno il cookie dell'utente intercettato gli mostreranno la pubblicità del nostro sito web. È uno strumento potente ma anche molto invasivo (spesso gli utenti sono infastiditi da questa intromissione nella propria privacy) perché se ad esempio in casa c'è un computer solo chi lo utilizzerà vedrà le pubblicità inerenti alle azioni svolte dal precedente utilizzatore. Per questo motivo a livello di privacy va ben evidenziato che facciamo questo tipo di pubblicità e occorre indicare come disattivare i cookies per evitarla.
Frequenza di rimbalzo
La frequenza di rimbalzo (bounce rate in inglese) indica la percentuale di utenti che abbandona il sito dopo la prima pagina, ovvero non naviga all'interno del sito. Le web agency che si occupano di realizzazione siti web conoscono bene l'importanza di questo dato, una frequenza di rimbalzo alta significa che il sito non è interessante, non incuriosice i visitatori che lo abbandonano subito. A volte sono i contenuti scadenti o presentati in modo illogico, a volte un impatto grafico poco professionale, trascurato, o peggio ancora problemi strutturali di funzionamento che impediscono o rendono difficile l'utilizzo del sito web, anche troppi banner pubblicitari possono rappresentare un ostacolo. Se ad esempio abbiamo una percentuale del 50% significa che un utente su due abbandona dopo la prima pagina. È difficile stabilire una percentuale ottimale, dipende anche dall'argomento che trattiamo, da quanta concorrenza abbiamo e da tanti altri fattori, diciamo che se stiamo sul 30% siamo sulla buona strada.
Landing pages
Sono importanti per il nostro business? Le web agency che si occupano di realizzaizone siti web sanno bene quanto siano preziose affiancate a cmpagne di web marketing. Intanto spieghiamo cosa sono: si tratta di pagine con informazioni dettagliate e pertinenti alla ricerca effettuata o al link cliccato in campagne a pagamento (pay per click ad esempio), modulo contatti e numero di telefono ben visibili per invogliare l'utente a contattarci. Il fatto che tratti solo quell'argomento e in modo approfondito evita distrazioni all'utente che sarà più invogliato a contattarci, trovando in questa pagina tutto quello che cercava riterrà l'azienda molto competente e specializzata in materia. L'efficacia di uan campagna a pagamento è notevolmente maggiore se atterra su landing pages dedicate all'argomento, sarà quindi opportuno creare una landing page specifica per ogni gruppo di parole chiave che trattano il medesimo argomento.
SEO o PPC
Cosa ci conviene di più? Fare del SEO (per il posizionamento organico) oppure delle campagne a pagamento Pay per Click? Sta nella web agency dare questo tipo di consiglio, oltre al lavoro di realizzazione siti web occorre consigliare il cliente su come ottenere visibilità. I vantaggi del PPC riguardano principalmente la velocità con cui si compare nei primi posti, immediata, lo svantaggio è il costo dei click sommato al costo per lo sviluppo della campagna. Il SEO non ha i costi dei clik ma ha i costi dell'ottimizzazione e della gestione per rimanere ai primi posti, cosa oltretutto non sempre possibile con parole chiavi ad altissima concorrenza. Come si può intuire dai pro e contro ogni casao è a se, spesso non è da scartare una buona combinazione di entrambe le politiche cercando di ottimizzare i costi dividendoli tra i due sistemi.
Ottimizzazione per ricerca vocale
A breve le web agency dovranno tenere conto delle ricerche vocali su Google in fase di realizzazione siti web. Il cambiamento della modalità di ricerca cambierà anche i comportamenti che adottiamo nelle ricerche. Dalle prime analisi sembra che la medesima ricerca dia risultati diversi a seconda che sia digitata o vocale.In effetti quando facciamo una ricerca vocale siamo più propensi a utilizzare una frase che abbia un senso e non due o tre parole chiave. Anche se credo che in futuro arriveremo a dire poco più delle parole chiave anche con la ricerca vocale, la vita sempre più frenetica porterà a questo, inoltre il crescente utilizzo di questo strumento ci porterà a sintetizzare sapendo come reagirà ad esempio dicendo poche parole ma dirette, sono solo supposizioni, tra qualche anno avremo la risposta.
Page speed su mobile
Google considera un fattore di ranking la velocità di apertura delle pagine da mobile penalizzando i siti più lenti. Le web agency dovranno dare molta importanza a questo parametro, in fase di realizzazione siti web dovranno ottimizzare al massimo le pagine per migliorare la velocità di apertura. Tutto nacque nel 2014 iniziò a marcare i siti mobile friendly per poi rimuoverla nel 2016 quando ormai lo erano quasi tutti. La penalizzazione riguarderà solo i siti più lenti e sarà uno dei fattori, non l'unico, ovvero se un sito è lento ma ha contenuti rilevanti potrebbe comunque posizionarsi ai primi posti. Lo scopo è ottenere una navigazione sempre più veloce dalle piattaforme mobile.
Marketing emozionale
Le web agency utilizzano il marketing emozionale in modo sempre più assiduo. Tramite il marketing emozionale cerchiamo di far leva sulle emozioni e non sulla logica quando proviamo a vendere un prodotto. In genere, quando acquistiamo sul web, cerchiamo di rivolgersi a siti che conosciamo o che sappiamo essere sicuri e affidabili, questa fiducia può essere reperita tramite il marketing emozionale.Anche in fase di realizzazione siti web dobbiamo tener conto delle 'emozioni' che può scatenare. L'esempio classico sono le recensioni dei clienti all'interno degli annunci pubblicitari, la possibilità che queste siano vere e spontanee incuriosisce il cliente 'emozionandolo' e instaurando una fiducia improvvisa. Ovviamente le recensioni che troviamo sui social scritte dagli utenti hanno un peso molto maggiore, impegnarsi per ottenerne un gran numero positivo darà i suoi frutti. Anche utilizzare volti umani nei post aumenta l'effetto emozionale, siamo naturalmente programmati per riconoscere i volti e l'occhio sarà maggiormante attirato. Infine i video, tramite un filmato è molto più facile emozionare e centrare l'obiettivo.
Google Ads
Google AdWords si trasforma in Google Ads,non stiamo parlando di un semplice cambio di nome ma di diverse novità, lo scopo è semplificare al massimo la pubblicazione delle inserzioni nelle diverse piattaforme di Google. Google Ads sarà l'interfaccia da cui gli inserzionisti potranno interagire con tutto il mondo degli annunci della famiglia di Google. In pratica le web agency che svilupperanno campagna 'Ads' potranno agire sulla rete di ricerca, la rete display, Youtube, Google Maps e Google Play. Verrà inoltre inserita un'intelligenza artificiale sempre più evoluta che aiuterà gli inserzionisti a perfezionare le proprie campagne. Come web agency oltre alla realizzazione di siti web ci occupiamo di web marketing e possiamo aiutarvi nello sviluppo di campagne pay per click.
Commenti sui blog
Ricopre ancora una notevole importanza ottenere dei commenti sul proprio blog, al contrario di quello che si può pensare a causa dei social network che stanno soppiantando questa funzionalità all'interno dei blog. Tuttavia l'utente che trova un nostra annuncio sui social ed entra sul nostro sito potrà volere dire la sua. Se non trova questa possibilità dovrà tornare sul social per commentare e i più pigri desisteranno. Le web agency che si occupano di realizzazione siti web e social media marketing dovranno facilitare questa operazione, lasciando all'utente la possibilità di commentare nel blog che riporta l'articolo completo in modo da incrementare il numero di commenti e migliorando l'interazione con gli utenti.
Marketing e messaggistica
Anche le app di messaggistica immediata sono diventate uno strumento di marketing. Ormai diffusissime in tutto il pianeta e praticamente installate in ogni smartphone e tablet: Facebook Messenger, Whatsapp, WeChat, ecc. Le aziende utilizzano sempre di più questi canali per comunicare con potenziali clienti, instaurando una relazione diretta col potenziale cliente. Gli utenti restano aggiornati sulle novità dei loro brand preferiti tramite i social e una volta individuato l'utente che mostra interesse per quello che proponiamo possiamo instaurare una relazione diretta tramite la chat del social. Le web agency non si occupano più solamente di realizzazione siti web ma devono tenere i social in grande considerazione per pubblicizzare il sito web e il brand del cliente.
Addio pagespeed
Dopo 5 anni di presenza in rete verrà a mancare uno strumento molto usato anche dalle web agency che in fase di realizzazione siti web utilizzavano per misurare la velocità di caricamento di un sito: Google PageSpeed lascerà posto ad altri progetti. Esistono diversi 'misuratori' dei tempi di caricamento ma obiettivamente la maggior parte di noi utilizzava il tool di Google. Tra le alternative il servizio più quotato sembra essere CloudFlare che vedrà crescere il numero dei suoi utenti in maniera vertiginosa. Non è la prima volta che il leader dei motori di ricerca cambia rotta interrompendo di colpo un servizio molto usato e di qualità, fece la stessa cosa con Google Wheel alcuni anni fa.
Social media nel 2018
L'importanza dei social media è confermata anche per il 2018, i dati statistici rilevano anche per quest'anno l'importanza che i social media ricoprono a livello di marketing. Dal 2017 sono aumentati del 13% gli utenti presenti sui social, e stiamo parlando di cifre altissime: 3,196 miliardi di utenti. Facebook rimane in testa alal classifica, Instagram rimane il più popolare per la pubblicazione delle immagini, Youtube è il secondo social più utilizzato al mondo: ogni minuto vengono caricate 400 ore di video, oggi risulta preferito alla televisione dalla maggioranza degli utenti. Una web agency deve affiancare una campagna di social maedia merketing alla realizzazione di un sito web se il cliente desidera fare un'azione più incisiva per far conoscere il proprio brand.
Il futuro dell'e-commerce
Ultimamente sono state fatte previsioni a lunghissimo raggio sul futuro dell'e-commerce, sono stati intervistati imprenditori italiani, fatti pronostici, il tutto per capire da qui a 10 anni come si evolverà questo settore. La priam cosa che è emersa riguarda l'avvento di un nuovo sistema di 'acquisto' oltre a desktop e mobile, ovvero gli assistenti vocali come Siri, Cortana, ecc. Ci saranno maggiori investimenti per aumentare le vendite all'estero, condizione indispensabile per poter reggere sui mercati di oggi, i paesi più gettonati: USA e Cina. Per le web agency la realizzazione di siti web e-commerce sarà un settore da tenere sott'occhio perché si evolverà velocemente e forse anche in modo non del tutto prevedibile.
Domini e parole chiave
Fino a pochi anni fa cercavamo di acquistare domini che contenessero le parole chiave più rilevanti per l'argomento trattato dal sito web, convinti (a torto o a ragione) che ci desse un vantaggio nel posizionamento. Devo dire che anche noi come web agency in fase di realizzazione siti web valutavamo l'acquisto del dominio 'tematico' spesso con ottimi risultati. Oggi ci sono pareri discordati, tra comunicati dove Google ne nega l'importanza e web agency che invece ne promuovono l'efficacia. Negli anni abbiamo notato quanto i domini con la sola parola chiave come nome a dominio fossero molto più rilevanti rispetto a domini dove la parola chiave più importante era in mezzo ad altre parole meno rilevanti. Anche se in modo minore è comunque un fattore da non abbandonare.
Estensioni domini
Oggi quando acquistiamo un dominio non dobbiamo più scegliere solamente tra i classici .it, .com, .net, ecc ma abbiamo a disposizione un numero infinito di estensioni. Il dubbio è se queste nuove estensioni vengono viste al pari di quelle classiche dai motori di ricerca. La comunicazione ufficiale di Google è sì, i vari .hotel, .shop, ecc. non sono penalizzati in nessun modo, sono considerati alla pari delle estensioni più comuni. Mentre le estensioni dei vari paesi tendono a posizionarsi meglio nel proprio paese, per esempio .it in italia, le nuove estensioni regionali (.london per esempio) sono viste al pari del .com. Infine le parole chiave nel nome del dominio sembra non vengano più considerate dai motori di ricerca, ma spesso la realtà dei fatti contraddice le comunicazioni ufficiali.
Accesso al web
Le ultime stime del 2018 calcolano oltre quattro miliardi di utenti con accesso a internet nel mondo, 43 milioni solo in Italia. Più del 50% della popolazione mondiale ha accesso a Internet in paesi come l'Italia arriviamo al 75%. I social network sono la parte trainante di questi dati, con oltre 3 miliardi di utenti attivi. In Italia il web ha doppiato la televisione, la media di tempo trascorso online dagli utenti italiani è di 6 ore, contro le 3 dedicate alal televizione. In queste 3 ore però vengono calcolati anche streaming e video on demand che richiedo comunque l'accesso alla rete.Il sito più visitato è Google, seguito da Youtube al secondo posto.
Ottenere link in entrata
Come facciamo ad ottenere dei link in entrata di qualità e spontanei? La prima cosa da fare è costruire dei contenuti di altissima qualità in modo che i vari blog e siti di news ci linkino spontaneamente. Dobbiamo offrire qualcosa che gli altri siti web non propongono, dobbiamo generare interesse sui social, raggiungere più persone possibili, fare in modo che i link si generino autonomamente, questi avranno una rilevanza maggiore rispetto al classico scambio di link. Le web agency sanno che nella realizzazione dei siti web la creazione di contenuti di qualità è una delle cose più importanti per il successo di un sito web e uno degli effetti che genera è proprio l'attrarre link spontanei. Se proprio deve esistere uno scambio di link dovrebbere essere 'triangolare' ovvero tra tre siti dove ognuno linka un sito che non linka a sua volta.
Alternative text
Come abbiamo visto nella news precedente l'alternative text è un testo che inseriamo nelle immagino per descriverle ai motori di ricerca ma non solo. Un'altra funzione molto importante di questo parametro è descrivere le immagini ai programmi utilizzati dai non vedenti quando navigano sul web. Le web agency dovrebbero tenerre conto di questo e nella realizzazione dei siti web dare molta importanza al fattore accessbilità, in modo che ogni utente possa usufruire di un web senza barriere. Per ottenere questo occorre descrivere realmente l'immagine e non utilizzare le parole chiave che ci interessano come testo alternativo, tuttavia spesso ci capita di utilizzare immagini prive di significato, come ad esempio uno sfondo che contiene solamente un gradiente, in questo caso l'immagine non ha un significato proprio e ci lascia la libertà di utilizzare il testo 'alt' liberamente.
Ottimizzare le immagini
Perché occorre ottimizzare le immagini nei siti web? L'algoritmo di Google non è ancora perfetto nel riconoscimento delle immagini, occorre quindi 'descrivere' cosa contiene l'immagini compilando l'apposito campo 'alt' (alternative text). Un altro fattore da tenere presente da parte delle web agency in fase di realizzazione siti web è il peso delle immagini. Vanno alleggerite il più possibile cercando di non degradarne troppo la qualità. Un'immagine pesante rallenta l'apertura della pagina incidendo negativamente sul posizionamento della pagina stessa.
Call to action
Se vogliamo che chi legge le pagine del nostro sito web compia un'azione occorrono le call to action, ovvero un testo, un'immagine, o altro cliccabile che interagisca con il sito. Per fare questo occorre far capire cosa succederà se ad esempio clicchiamo un testo e quest'ultimo dovrà essere evidenziato per far capire che è cliccabile, inoltre occorre 'offrire' qualcosa in cambio per convincere l'utente a cliccare. Nella realizzazione dei siti web le web agency devono fare particolare attenzione al design, al copywriting e alla posizione, altrimenti passerà inosservato e non raggiungeremo il nostro scopo.
E-commerce 2018
In Italia stiamo assistendo a un aumento continuo delle vendite online, la fiducia dei consumatori verso l'online aumenta progressivamente, oggi oltre l'80% delle aziende ha un proprio negozio online. I costi delle spedizioni si sono notevolmente abbassati negli ultimi anni e molti e-commerce le offrono comprese nel prezzo del prodotto, questo ha sicuramente favorito l'aumento delle vendite online. Anche per le web agency questo trend è stato importante, la realizzazione di siti web è diventata in gran parte sviluppo di siti e-commerce, sia con open source che in alcuni casi, come il nostro, anche mediante la vendita di applicativi proprietari per offrire un prodotto completo e performante a un costo contenuto, molto adatto a chi muove i primi passi nelle vendite online.
GDPR
Il Regolamento Generale sulla Protezione dei Dati (GDPR) dell'UE è nato per unificare le regole in materia di protezione dei dati personali tra gli stati membri della UE. Lo scopo è proteggere i cittadini della UE da aziende e organizzazioni che utilizzano i loro dati personali in modo fraudolento, spesso traendone profitto a discapito degli utenti. Con il GDPR l'utente dovrà fornire il consenso in modo esplicito e tracciabile, l'informativa dovrà essere chiara e facilmente accessibile, infine i dati raccolti dovranno essere in linea con la motivazione per cui vengono raccolti. La scadenza era il 25 maggio ma i controlli sono stati posticipati per dare il tempo alle aziende di adeguarsi. Le web agency in fase di realizzazione siti web dovranno inserire le nuove policy e verificare che non sia possibile proseguire senza aver spuntato l'accettazione, inoltre la policy deve essere facile da individuare per poterla leggere prima di spuntare l'accettazione.
Siti Flash
I siti web realizzati con tecnologia Flash sono praticamente scomparsi, dopo quasi 15 anni di presenza in rete ormai sono diventati introvabili. La scelta di Google volta a non indicizzare bene questi siti unita al fatto che IOS ha deciso di non supportare questa tecnologia hanno decretato la fine dei siti Flash. Le web agency utilizzavano Flash per siti con animazioni molto articolate e d'impatto con ottimi risultati, non troppo difficili da costruire (ma neanche facili a certi livelli) ottenendo siti che oggi facciamo fatica a immaginare con le tecnologie attuali.
Responsive design
Sentiamo spesso parlare di responsive design, ma cosa significa esattamente? L'aggettivo inglese 'responsive' significa tutto ciò che reagisce rapidamente a uno stimolo, in italiano potremmo tradurlo (in riferimento al web design) con 'adattativo'. Come possiamo intuire da questo termine un sito responsive è un sito che si adatta alle dimensioni dello schermo e all'orientamento device. Sia che lo vediamo su un PC che su uno smartphone il sito sarà sempre leggibile senza difficoltà, per esempio nei mobile si adatterà incolonnando le immagini che sul PC erano affiancate, ingrandirà i testi, trasformerà il menu in una tendina apribile al click con le voci incolonnate e non più affiancate.
I colori (parte 2)
Continuiamo con i colori nel web, il giallo: molto simile all'arancione come significato e come effetto, adatto a pulsanti o comunque per invogliarci a compiere un'azione. Il verde è un colore che trasmette equilibrio, rinnovamento e oggi sicuramente ricorda l'ecologia, molto adatto sia a siti istituzionali che a siti legati al mondo dell'ecologia e della natura. Il blu è uno dei colori più utilizzati nel web, trasmette tranquillità e sicurezza, molto usato in siti istituzionali, medici, social network, in tutti i siti dove ocorre trasmettere fiducia. Il viola viene in genere legato alla creatività e alla cultura. Il nero è molto usato nei siti web per rappresentare il lusso.
I colori (parte 1)
Sono importanti i colori nel web? Quando è meglio usare un colore e quando è meglio usarne un altro? Che significato hanno? Ogni colore ci trasmette qualcosa e può indurci ad azioni diverse, quindi sì, sono importanti. Vediamo qualche esempio: il rosso: un colore caldo, dinamico, ottimo per attirare l'attenzione, ma ci evoca anche il pericolo e per questo motivo va dosato attentamente. Arancione: un colore che ricorda l'energia, viene spesso utilizzato nei pulsanti degli e-commerce per aggiungere un prodotto al carrello, ci invoglia a compiere un'azione. Altri colori nelle prossime news ...
Brand identity
Con questo termine (in italiano identità aziendale) vogliamo racchiudere tutti gli aspetti comunicativi di un marchio. L'insieme di questi elementi determineranno la percezione che il pubblico avrà del marchio, portandolo al successo oppure no a seconda di come verrà sviluppata. Gli elementi più rilevanti sono: naming (creazione del nome dell'azienda o di un prodotto), creazione del logo, immagine coordinata che racchiuda il marchio, i prodotti, gli allestimenti, ecc., progetti grafici, web, app, strategie aziendali.
Digital Marketing
Cosa si intende per Digital Marketing? Con questo termine vogliamo identificare tutte le azioni volte a commercializzare beni o servizi passando dai canali digitali, come internet e qualunque supporto si basi su tecnologie digitali (esempio gli smartphone). Alcuni esempio sono il search engine marketing (SEM), il social media marketing (SMM), il content marketing e l'email marketing. Come il marketing tradizionale ogni azione è incentrata all'aumento del fatturato e a una migliore programmazione delle attività produttive future.
Video marketing
Oggi le strategie per il successo di un business passano sempre più spesso dalla creazione di video virali. Le web agency lo hanno capito da tempo e li utilizzano molto sia nei siti sia sui social per aiutare le aziende a presentarsi a nuovi potenziali clienti. Ma quali sono i vantaggi del video marketing? La condivisione la metteremmo al primo posto, poter far arrivare un video a migliaia di potenziali clienti è oggi fondamentale. Per fare questo occorre una campagna molto ben fatta e un video interessante, che in pratica giri 'quasi' da solo grazie alle condivisioni. Altro fattore è il costo contenuto, oggi girare un video di buona qualità ha costi accessibili praticamente per tutti.
Link e SEO
I lilnk sono un punto irrinunciabile in ogni strategia SEO. Una volta erano tutto, dei validi link in entrata risolvevano gran parte del lavoro SEO, oggi i parametri sono tanti e anche se sono ancora rilevanti non risolvono il problema posizionamento. Quindi qual'è il miglior metodo per fare link building e ottenere link di qualità verso il nostro sito web? Un contenuto di qualità è il primo step, potrebbe ottenere dei link spontanei proprio grazie a quello che 'racconta'. Spesso le web agency comprano i link su siti importanti, non è proprio quello che vorrebbero i motori di ricerca ma se fatto bene funziona, ovviamente non bisogna esagerare e ricoridamoci che la crescita dei link deve essere naturale, quindi lenta e costante.
Story telling
'Raccontare una storia' per creare un brand, coinvolgere l'utente attraveso una storia di grande impatto. Le web agency e i team di marketing hanno compreso l'importanza della narrazione per incrementare le vendite e per far conoscere un brand. I prodotti fanno parte delle storie di clienti e aziende, in quelle storie il cliente è il protagonista: è come se il cliente fosse l'eroe e il prodotto la sua spada, migliore sarà la spada migliore sarà la storia. E ovviamente migliore è la storia e più io prodotto avrà successo.
SEO e negozi online
Quanto è importante fare SEO per un negozio online? Come prima cosa le web agency devono considerare che un e-commerce con un buon livello di SEO fornisce anche un'ottima esperienza di navigazione e acquisto per l'utente, le due cose sono strettamente correlate, perché la SEO oggi non riguarda solamente i motori di ricerca.In media un'azienda investe il 4/5% del fatturato in pubblicità onlilne, mediamente questo budget viene suddiviso in gran parte per SEO e SEM, a seguire AdWords, Social e infine e-mail marketing. I motori restano la principale fonte di traffico e questo va sempre considerato in fase di realizzazione siti web e gestione degli stessi.
Trend 2018
ALcuni trend che le web agency addotteranno nella realizzazione dei siti web: immagini semplici non più piatte ma realistiche, con effetti di profondità e gradienti con colori vivaci, molte animazioni e effetti di movimento un po' ovunque, illustrazione create su misura e non più prese dalle banche immagini, effetti 3D, testi grandi, con font diversi all'interno dello steeso testo, caratteri bold e caratteri creativi e artistici, sfondi con background puntinati, a righe, astratti, spazi bianchi, colori primari (rosso giallo e blu), icone monocolore.
Facebook Pixel
Cos'è il pixel di Facebook di cui si sente parlare? Il pixel di monitoraggio delle conversioni è lo strumento più utile per monitorare l'andamento di una campagna pubblicitaria fatta sul social, in modo da verificarne il ritorno in termini economici. L'integrazione nel sito web da parte delle web agency è semplicissimo, si tratta di inserire poche righe di testo all'interno del codice della pagina. Permette di tracciare le pagine visitate da un utente per poi mostrargli solo gli annunci pertinenti (remarketing) e monitorare le conversioni, ovvero quali utenti provenienti dalla pubblicità sul social hanno inserito un oggetto nel carrello o nella lista dei desideri, quanti hanno iniziato la procedura di acquisto e tanto altro.
E-commerce
Sempre più utenti si rivolgono al commercio online per i propri acquisti, e questa tendenza sarà ancora in crescita nel 2018. Oggi gli e-commerce non sono solamente vetrine digitali o negozi aperti 24h 7 giorni su 7, ma offrono e vendono anche servizi oltre che prodotti fisici. Un buon utilizzo delle mail per la promozione dei prodotti è ancora molto importante, tracciando le preferenze dell'utente e inviandogli solamente mail di prodotti che lo interessano sarà possibile incrementare le vendite senza essere invasivi. Strumenti come il Facebook Pixel consentono di sfruttare i social per le nostre vendite online.
Font calligrafici
L'utilizzo dei font calligrafici nella realizzazione di siti web da parte delle web agency è in crescita, questi font simulano la scrittura a mano, in certe tipologie di siti risulta molto gradevole, un po' perché ci si differenzia dalla maggior parte dei siti che utilizzano più o meno sempre i soliti font, e un po' perché rende l'idea di elegante, in alcuni casi anche di lusso. Oggi ne abbiamo a disposizione una grande quantità, anche se molti nel web risultano illeggibili se portati sotto un determinato numero di pixel. Si ottiene anche l'effetto di un sito web più accessibile, quasi 'amichevole', molti grandi marchi iniziano a farne uso nelal propria comunicazione.
Illustrazioni grafiche
Oggi si inizia a fare un ampio uso delle illustrazioni grafiche nel web design, infatti rappresentano un enorme potenziale ancora poco sfruttato. Le web agency iniziano a comprendere che le illustrazioni grafiche possono trasmettere emozioni, concetti, personalità, in un modo molto più efficace delle fotografie tradizionali. I brand che le utilizzano in genere sono orientati verso due tipologie di illustrazioni: sofisticate oppure divertenti. Ovviamente puntano a raggiungere obiettivi diversi, ma non sempre, spesso con un'illustrazione divertente possiamo raggiungere anche il pubblico più esigente e sofisticato. Le illustrazioni aiuteranno le web agency nella realizzazione di siti web dal forte impatto grafico.
Template fluido
Un template fluido consente al sito web di riempire il monitor sempre, che sia piccolo o grande, riempirlo al 100% oppure alla percentuale che decideremo. Questa scelta offre un'esperienza visiva molto bella, moderna e perfetta su ogni piattaforma, tuttavia occorre avere materiale adatto (foto e testi in quantità sufficiente) e impostare una tipologia di grafica che possa essere scalata senza creare problematiche, Una web agency durante la realizzazione dei siti web dovrà considerare tutte le variabili possibili, a differenza dei templates a misure fisse dove a priori sapremo sempre come verranno visualizzati i siti web.
Microinterazioni
oggi inserire un'animazione basica in un sito è un'operazione molto facile che qualsaisi web agency può svolgere in pochi minuti. Pian piano sta crescendo il numero di siti siti web con animazioni più complesse, più focalizzate sull'utente, chiamate microinterazioni. Queste ultime provengono dal mondo delle app mobile e si stanno facendo strada nel web. In pratica rispondo a delle azioni dell'utente, come ad esempio animiazioni comandate o attivate dal passaggio del mouse, effetti in dissolvenza, in 3D, mostrare o nascondere elementi all'interno della pagina, effetti rotazione, ecc.
Colori
Nell'ultimo anno c'è stato un notevole aumento dell'uso di colori vivaci all'interno dei siti web. E questo trend non rallenterà nel 2018, con nuovi strumenti come Khroma che ci aiutano a scoprire modi più interessanti per usare il colore, probabilmente vedremo più designer esplorare nuovi modi di utilizzare i colori per offrire esperienze visive sempre più coinvolgenti. Diciamo che il trend si potrebbe riassumere in: tutti colori vanno bene e tutti gli abbinamenti anche! Se volete osare con i colori questo è l'anno giusto. I colori pastello e il bianco e nero rimangono sempre presenti e difficilmente passeranno di moda.
Posizioniamo il menu
Il menù di navigazione non per forza deve essere posizionato in alto e non per forza deve essere visualizzato come una barra con le voci affiancate in orizzontale, anche se oggi è ormai uno standard dal quale difficilmente ci distacchiamo. Anni fa si utilizzavano molto i menù verticali, oggi stanno pian piano ritornando, in alternativa si può posizionare il menu alla base della pagina oppure possiamo utilizzare dei menù full-screen attivabili con un pulsante identico a quelli utilizzati nelle versioni mobile, nel nostro portfolio trovate siti che utilizzano queste soluzioni alternative.
Flat Design
Il 'flat desig' si basa essenzialmente sul minimalismo. Rappresenta gli oggetti tramite forme piatte e monocolore, si basa su sagome geometriche piatte, spazi netti e definiti, illustrazioni e interfacce bidimensionali, rigorosamente minimaliste. Tutto viene rappresentato tramite elementi grafici molto sintetici e minimalisti che non richiamano elementi reali. E' uno stile moderno basato sulla pulizia e sulla semplicità, molto facile da interpretare e da utilizzare.
SEO Copywriting
La SEO Copywriting si potrebbe definire l'arte di scrivere nel web, questi testi non servono solo a catturare l'attenzione degli utenti ma anche dei motori di ricerca, devono seguire particolari regole in modo da essere considerati rilevanti e far salire il sito di posizionamento. Sembra facile ma non lo è. Il SEO Copywriter è la figura destinata a questo compito, è un copywriter che oltre a conoscere le classiche tecniche di scrittura ha comptenze in ambito SEO e conosce le tecniche di posizionamento nei motori di ricerca, sa ascegliere le giuste keywords e ha nozioni sulle strtutture web. Il tutto richiede di saper unire le due cose senza produrre dei testi troppo macchinosi e poco gradevoli.
Keywords e competizione
Tenere conto della competizione nella scelta delle parole chiave è fondamentale per la loro scelta. Dobbiamo tenere presente quanto sarà difficile emergere con una determinata parola chiave, se questa ad esempio è molto utilizzata nel web con che siti dovremo competere? Saremo in grado di ottenere dei risultati apprezzabili? Il nostro sito è abbastanza autorevole in questo settore? La domain authority del nostro sito è all'altezza di competere con i siti web concorrenti? Rispondere a queste domande ci aiuterà a capire se una determinata parola chiave ha delle possibilità di successo o meno.
Volume di ricerca
Nel scegliere le parole chiave dobbiamo valutare il volume di ricerca che generano, Come prima cosa analizziamo il livello di domanda che le parole selezionate generano nel web, in pratica l'interesse che esiste in rete per le singole parole o per combinazioni delle stesse, questo ci aiuterà a capire il traffico che potrà transitare sul nostro sito grazie all'utilizzo di queste parole. È molto importante non guardare solamente il traffico generato in termini assoluti, ovvero dobbiamo capire se quel tipo di traffico si tramuterà in reddito per il nostro sito. A volte è preferibile un traffico minore ma di qualità, ovvero di utenti interessati veramente al nostro business.
DEM
DEM (direct e-mail marketing) è l'invio di e-mail a utenti di cui si possiedono gli indirizzi e che hanno autorizzato la ricezione di materiale informativo e/o pubblicitario. In genere le DEM hanno i seguenti scopi: comunicare informazioni, ottimizzare il rapporto tra azienda e utenti, fidelizzare clienti già acquisiti, cercare di far compiere all'utente un'azione oppure promuovere la vendita di un prodotto o un servizio. Nello specifico le DEM riguardano le e-mail promozionali, l'obiettivo è quello di inviarle a clienti ben definiti e geolocalizzati, per far questo ci si appoggia a database di indirizzi e-mail presso aziende specializzate che sono in grado di selezionare le e-mail adatte al nostro scopo. Funziona? Non più come una volta, ora ne riceviamo troppe vanificandone in parte l'efficacia.
Contenuti validi
Alla fine il successo di un sito web dipende se ha o meno qualcosa da offrire ai suoi visitatori. Questo è il motivo per cui le web agency parlano dell'importanza di contenuti validi e coerenti. Occorre pensare ai contenuti in vari modi: possono essere post di un blog, video, nuovi prodotti o nuove immagini. Queste cose dovrebbero essere aggiunte continuamente, quasi quotidianamente. Inoltre, un buon contenuto dovrebbe essere abbinato a un sito ad alte prestazioni e facile da navigare che offra ciò di cui gli utenti hanno bisogno in modo rapido e con un design piacevole.
Immagini nei siti
Includere immagini accanto ai paragrafi di testo aiuta a dare più incisività all'argomento trattato, ad alleggerire (visivamente) la pagina rendendola più gradevole, in modo da invogliare l'utente alla lettura. Lato SEo occorre sempre aggiungere un titolo all'immagine per permettere ai robot dei motori di ricerca di conoscere il contenuto dell'immagine, questo perché i motori le posizioneranno nella sezione immagini e potranno diventare un canale di accesso al sito. Infine occorre alleggerirle il più possibile, ci sono ottimi tool anche online che quasi senza perdita di qualità riducono tantissimo il peso. Una corretta gestione delle immagini nei siti web soddisferà sia gli utenti che i motori di ricerca.
Non solo SEO
Oggi il SEO è per le aziende un'attività importantissima, ma bisogna stare attenti a come lo si affronta, a volte essere in cima ai risultati di ricerca sacrificando esperienza utente, usabilità e design può essere contro producente: progettare un sito web solo per i motori di ricerca invece che per i nostri clienti può danneggiare la nostra attività, non migliorarla. Il rischio è che gli utenti entrino nel sito per via del buon posizionamento ma che poi non proseguano nella lettura e che non compilino eventuali moduli di contatti, preventivi, ecc. e senza interazione la visita potrebbe risultare inutile.
Visibilità
Nel determinare quali caratteristiche e contenuti dovrebbero essere aggiunti al nostro sito web per aumentare le visite dobbiamo tenere conto di diverse variabili: i colori, il design di elementi grafici come pulsanti, box, ecc., le animazioni, l'ottimizzazione per i motori di ricerca, i caratteri utilizzati, le foto e i video, la velocità delle pagine e tanto altro, tutto ha ruolo nel successo del nostro sito web, occorre far in modo che il design e l'esperienza utente si incontrino, senza tralasciare il SEO che oggi riveste un ruolo fondamentale.
Vendere online
L'obiettivo primario di un negozio online è ovviamente convincere gli utenti ad acqustare prodotti e servizi dal sito web.Per ottenere questo obiettivo è molto importante il design, a differenza degli annunci su riviste o in televizione su internet occorre la massima compatibilità con ogni browser e piattaforma. Ma non solo. Da recenti statistiche ci sono piccoli dettagli che aumentano le conversioni, ad esempio:usare la parola 'prezzo' invece di 'richiedi un preventivo' aumenta le conversioni del 160%, togliere i pulsanti di condivisione dei social del 12%, le recensioni dei clienti del 60%, le immagini personalizzate del 102%.
Bianco e nero
L'ultimo trend che trattiamo riguarda il bianco e nero: il design attuale al contrario del passato utilizza il bianco e nero non solo per i portfolio di fotografi o cose simili, ma viene utilizzato più ad ampio raggio. L'effetto ovviamente è un po' più cupo rispetto al colore, ma si possono utilizzare piccole note di colore e dosare molto bene le gradazioni di nero per arricchire il sito. Un nero al 100% può servire come transizione tra elementi in bianco e nero e più colorati.
Testo sovrapposto
Un'altro trend inaspettato riguarda il testo sovrapposto a immagini ed elementi grafici della pagina. Ultimamente molti designer utilizzano sempre di più questa tecnica. Ovviamente occorre fare molta attenzione alla leggibilità del testo e anche al posizionamento quando andiamo su monitor più piccoli o più grandi, a come fluttua nel contenitore dove viene inserito.Occorre utilizzare parole comuni, di facile comprensione, coprire la parola il meno possibile, tenere un design semplice in modo da focalizzare l'attenzione sulla parola e leggerla con facilità.
Testo sottolineato
Uno dei trend che stanno prendendo piede in questi mesi nel web design riguarda il testo sottolineato. Non parliamo della sottolineatura standard che si può vedere nei collegamenti ipertestuali ma di una vera e propria riga posizionata per evidenziare informazioni specifiche. Una semplice sottolineatura con abbondanza di spazio e ben amalgamata al design sottostante è ottimale per mettere a fuoco un contennuto.
Responsive design
Il design responsive consente ai siti web realizzati con questa tecnologia di adattarsi a qualsiasi risoluzione di monitor utilizzata per visualizzarli. Il design responsivo nasce per rendere accessibili i siti web da tutti i dispositivi, necessità rilevata e studiata sin dagli anni 90. Il termine Responsive Web Design è stato coniato nel 2011. Un sito responsivo utilizza una impaginazione con griglie a proporzioni fluide e immagini flessibili. In genere si calcolano 3 massimo 4 tipologia di monitor: smartphone orizzontale e verticale, tablet orizzontale e verticale (quest'ultimo può essere assimilato allo smartphone in orizzontale), desktop.
Facebook e la funzione Sets
Da tempo Facebook è alla ricerca di soluzioni per comptere direttamente con Pinterest. La funzione Sets comparirà sul profilo come nuova opzione e l'utente potrà scegliere il tema del Sets Tutti gli amici potranno seguire il Set e vedere gli aggiornamenti di default, ma potranno anche decidere di non seguirli più. Si sta sperimentando anche una sezione di Sets segreti visibili solo a una selezione di amici.
La qualità nei link
Fare una campagna di link building richiede link di qualità, evitando assolutamente link qualitativamente scarsi, come per esempio link inseriti in pagine non tematiche e sovrafollate di link. Prima di inserire un collegamento ipertestuale che punta al nostro sito dobbiamo valutare non solo il beneficio che può dare nell'immediato ma dobbiamo valutarlo nel lungo periodo quando le cose probabilmente cambieranno. L'importante è limitare i danni nel caso le cose precipitino, puntando il più possiile sulla qualità.
Valutare un link
Alcuni metodi di valutazione da seguire sono: l'attinenza, ovvero se l'argmento trattato è attinente con quello trattato dal nostro sito, la tipologia di link, la tipologia di link, un link testuale con la parola chiave come testo del link è sicuramente quello più efficace, la domain authorithy, la posizione del link, in mezzo al testo è sicuramente la cosa migliore, risulta più naturale, infine la pagina che linka non dovrebbe avere tanti link, meno sono meglio è.
Rich snippets e penalizzazioni
Di recente Google ha introdotto un sistema di penalizzazioni per chi utilizza i rich snippets in modo errato. In pratica se cerchiamo di inserire contenuti per Google invece che per gli utenti, cercando così di migliorare il nostro posizonamento. I rich snippets sono visibii solo al motore di ricerca e non agli utenti che visitano il sito, questo può portare gli sviluppatori a inserire contenuti irrilevanti con il contenuto della pagina andando contro alle linee guida di Google.
Linee guida dei rich snippets
L'argomento è stato trattato sul Google webmaster help forum dove un utente chiedeva spiegazioni in merito a una penalizzazione ricevuta, in pratica gli sono stati contestati diversi punti, occorre quindi fare attenzione a impostarli nel modo più corretto e trasparente possibile seguendo alla lettera le linee guida. Il messaggio in breve diceva: nel markup sono state rilevate tecniche che evidenziano contenuti non visibili agli utenti con testi irrilevanti e ingannevoli.
Fan online su Facebook
È possibile vedere se le persone a cui piace la tua pagina sono online? Sì mediante la sezione 'Insight', accedendo alla sezione 'Post' potrete vedere il grafico con i dati relativi all'ultima settimana, gli orari evidenziati sono calcolati in base al fuso orario del computer da cui visualizzate il grafico. È grazie a dati come questi che potremo monitorare l'andamento della pagina e ottimizzarla per raggiungere il nostro obiettivo.
Web Agency
Bologna // Riccione // Rimini